Alla scoperta della Maremma Toscana

0 Flares 0 Flares ×

La Toscana è una delle mie mete preferite per i viaggi, negli ultimi anni sono riuscito a scoprirne una buona parte, ma me ne manca ancora tanta da vedere e gustare, fino a questo momento la zona che più mi è piaciuta è quella della Maremma Toscana, la zona più a sud.

Il mix di natura, paesaggi, collina, mare, storia, archeologia, cibo, fanno della zona una delle principali mete turistiche sia per gli italiani che per gli stranieri, tra l’altro è facilmente raggiungibile sia da nord che da sud, risultando ancora più attraente e comoda.

Alla scoperta della Maremma Toscana

Per chi vuole scoprire la Toscana consiglio di scordarsi gli Hotel, a meno che non si voglia fare una vacanze di solo mare e spiaggia, ma di alloggiare in un agriturismo e poi di spostarsi di giorno in giorno in una meta diversa per godersi tutte le bellezze della Maremma.

Le Spiagge della Maremma:

  • Rosignano Marittimo
  • Marina di Cecina
  • Marina di Bibbona
  • San Vincenso
  • Golfo di Baratti
  • Rocchette di Castiglione della Pescaia
  • Punta Ala
  • Cala Viola
  • Carbonifera e Torre Mozza
  • al Capezzòlo
  • Marina di Grosseto
  • Principina a Mare

Queste sono solo alcune delle più belle spiagge della zona per chi vuole godersi la bellezza del mare cristallino senza fare troppe centinaia di chilometri, ancora più belle sono quelle dell’isola del Giglio, che anch’essa fa parte del comprensorio della Maremma Toscana.

Borghi assolutamente da vedere:

  • Castiglione della Pescaia
  • Populonia
  • Massa Marittima
  • Bolgheri
  • Scarlino, Vetulonia e Buriano
  • Le città del Tufo: Sovana, Sorano e Pitigliano
  • Roccastrada, Roccatedeirighi e Montemassi

In questi antichi e pittoreschi borghi maremmani si trovano tutte le tracce del passato etrusco grazie alla grande quantità di reperti e costruzioni archeologiche ancora in essere ed alla storicità immutata che si respira in ogni angolo.

La Maremma, oltre che essere ricca di storia, è “dotata” di un enorme bagaglio naturale, basti pensare alla Riserva Naturale Diaccia Botrona, luogo poco conosciuto dai turisti, ma tra le mete naturalistiche più belle da visitare.

Scendendo verso sud, si entra nel parco naturale della Maremma, detto anche dell’Uccellina, qui la zona di Orbetello e di Talamone, famosa nella storia per la battaglia tra celti e romani nel 225 a.c., rientrano in quella che viene definita la Costa d’Argento, su cui si stagliano vigorose le pendici del Monte Argentario.

Qui la spiaggia cristallina di Porto Ercole e Porto Santo Stefano sono i luoghi ideali per chi ama le vacanze al mare, ogni anno sono tra le località che ottengono il maggior numero di bandiere blu per la qualità delle loro acque.

Da qui ci si spinge al confine con il Lazio dove l’ultimo baluardo della Maremma Toscana sono le Terme di Saturnia con le sue sorgenti naturali, famose in tutte il mondo.

Storia e Natura, ma della Maremma Toscana ci si ricorda anche della cultura del cibo e delle prelibatezze che la contraddistinguono, piatti semplici, basati sull’uso dei prodotti locali, l’acquacotta, i vini come il Morellino di Scansano, tutti gli insaccati, i formaggi, l’olio extra vergine, sono tra i piatti e prodotti più rappresentativi dell’arte culinaria maremmana.

Tutto questo mix di “qualità” rende un viaggio in Toscana un qualcosa di unico, da provare assolutamente almeno una volta nella vita, io l’ho fatto e lo faccio ogni qualvolta ho la possibilità.

Per vivere la Toscana il miglior modo è trovare il giusto agriturismo, sul sito Agriturismi.it se ne trovano davvero moltissimi, io nelle mie visite in Maremma ho alloggiato all’agriturismo Peretti che si trova in un punto strategico per raggiungere tutte le bellezze maremmane, ovviamente tu scegli quello che preferisci.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×