Arte e Cultura a Milano

Arte e Cultura a Milano

Oggi giorno sappiamo che Milano è la capitale economica d’Italia, città frenetica e per certo versi un po’ fredda. Ma andando oltre questa coltre e guardando la città nel suo volto più intimo si scopre una Milano ricca di storia, arte e cultura che non ha nulla da invidiare a città come Roma o Firenze.

Gli orizzonti culturali di Milano, senza tacerne le radici romane e gli splendori medievali – si pensi a gioielli, letteralmente, dell’arte longobarda e franca quali la famosa Corona Ferrea di Monza, o il Paliotto di Volvinio che impreziosisce l’altare di Sant’Ambrogio, si aprono tuttavia ad una dimensione veramente europea con il grande periodo della cultura umanistica del Rinascimento Sforzesco, e soprattutto nell’epoca aurea della corte di Lodovico il Moro: allora veramente il Castello Sforzesco vide le proprie sale rifulgere dei migliori artisti e dei più profondi ingegni del tempo, anche sotto le spoglie di una sola personalità d’eccezione: Leonardo da Vinci.

Oggi, le stesse sale della fortificazione simbolo della potenza sforzesca ospitano, fra le altre, belle ed interessanti collezioni d’arte applicata coeva, e preziosi codici miniati, quale il famoso Stemmario Trivulziano, il più antico armoriale d’Italia. I fratelli Bagatti Valsecchi vollero invece, sul finire dell’Ottocento allorché imperversava il Neogotico, fare dei loro palazzi di via Gesù e di via Borgospesso due dimore in stile rinascimentale, in cui importanti pezzi antichi si confondono con l’opera sapiente di grandi artigiani: oggi il primo è un museo aperto al pubblico, come pure le collezioni di dipinti e di arti applicate e raccolte nella stessa epoca da Gian Giacomo Poldi Pezzoli. Il bronzo di Napoleone del Canova vi accoglierà invece nel cortile di Brera, che ospita le importanti omonime Pinacoteca e Biblioteca, mentre templio sacro alla musica, è il Teatro alla Scala tra i più famosi ed importanti del mondo.

6 buoni motivi per visitare Milano

A torto spesso considerata grigia e frenetica, Milano è in realtà una città viva, che pulsa di energia. L’architettura cittadina rispecchia l’eccezionale stratificazione culturale accumulatasi nel corso della storia, visibile ovunque: nei monumenti, nelle cattedrali, negli edifici, nelle strade che si diramano per i quartieri.

Una passeggiata nel centro di Milano in una bella giornata di primavera è un’esperienza piacevolissima; il contrasto tra il blu del cielo limpido e il bianco delle guglie del Duomo gotico è uno spettacolo davvero impagabile.

Ecco i veri sei motivi per visitare il capoluogo lombardo:

Shopping: Milano, assieme a Parigi e New York, è la capitale mondiale della moda: qui si tiene la rinomata Fashion Week. Nella parte più elegante e raffinata della città, ribattezzata con il nome di “Quadrilatero della Moda”, potrete fare shopping nei negozi delle grandi firme, quali Prada, Dolce e Gabbana, Armani.

Monumenti: ’importanza storica ed architettonica di Milano, determinata per lo più dai grandi patrimoni artistici lasciati dalle famiglie del Rinascimento, è davvero innegabile. Tra il XIV ed il XV secolo, i Visconti detennero il potere della città, finché il capitano Francesco Sforza non si mise a capo della Signoria più importante d’Italia, regalandole quegli edifici che, oggi, rappresentano le principali mete turistiche dell’intero paese. Il palazzo degli Sforza, infatti, assieme al Duomo ed alla Scala sono alcuni tra i tesori più preziosi che Milano ha ereditato dal suo passato.

Arte: Non c’è persona al mondo che non conosca il genio eclettico di Leonardo da Vinci. Nel refettorio della chiesa di Santa Maria delle Grazie egli realizzò una delle opere più ammirate e discusse del mondo: l’Ultima Cena. Imperdibili inoltre la Pinacoteca di Brera e la Triennale. La città ospita anche la Pietà Rondanini, una delle maggiori opere scultoree di Michelangelo, che fu acquistata da un privato nel 1952.

Vita notturna: forse ciò per cui Milano è più nota, dai famosi happy hour al trambusto dei Navigli, con i loro ristoranti, pub e night club. Per i più raffinati c’è il Teatro alla Scala, uno dei più rinomati teatri in tutta Italia.

Cucina: Milano non è solo risotto e cotoletta alla milanese. In città troverete una straordinaria varietà di ristoranti di ogni paese: cinese, giapponese, brasiliano, libanese, messicano, finlandese e tanti altri ancora. È inoltre pregiudizio assai diffuso nell’Oltrepo che a Milano il pesce sia molto più buono e saporito che a…Genova!

Pochi milanesi sanno che: Passeggiando tra il Duomo e il Castello Sforzesco, vi imbatterete nel Palazzo della Ragione. Le navate della piazza coperta di questo edificio sono assai “particolari”… Avvicinate la bocca ad uno dei quattro pilastri della campata e pronunciate qualsiasi cosa: il suono verrà “trasportato” dall’altra parte dell’arco, a causa di un bizzarro effetto eco.

Curiosità: il santo patrono di Milano è Sant’Ambrogio. Durante la festa di Milano (tra il 5 e l’8 dicembre), tutti i milanesi visitano la fiera degli Obei Obei, imperdibile mercatino natalizio che si tiene nei pressi del Castello Sforzesco e si dirama per le vie adiacenti ad esso.

Milano offre mille occasioni e luoghi culturali da vedere ed ammirare, così chi si reca in città per affari o lavoro, non perda l’occasione di assaporare il vero e autentico volto del capoluogo meneghino.